Stili di vita e tutela della salute

20 marzo 2014

Abstract

Testo integrale

Molti sono i fattori che incidono sulla salute: fattori di ordine biologico, fattori di ordine socio-culturale (l’istruzione, le condizioni di lavoro, le situazioni abitative, la salubrità dell’ambiente) e comportamenti individuali.
Pur nella consapevolezza dello stretto intreccio di tutti questi fattori e della loro reciproca influenza, in questo documento il CNB intende soffermarsi sull’ultimo fattore, mettendo in evidenza la responsabilità di ciascuno verso la propria salute, come responsabilità individuale e al tempo stesso collettiva.
In condizioni di risorse limitate, il mantenimento di un efficiente servizio sanitario rivolto al maggior numero possibile di cittadini è interesse di ognuno e di tutti.
A partire da una sintetica descrizione della situazione attuale, il documento mette in luce la rilevanza e la connessione tra il diritto alla salute dei cittadini e il dovere di solidarietà sociale.
Nel richiamare i diversi percorsi delle politiche socio-sanitarie, il Comitato sottolinea l’importanza di un’azione culturale ampia che metta in moto tutta la società attraverso vari livelli di intervento: educativo (familiare e scolastico), sociale (informativo e formativo) e statale.
Le raccomandazioni finali esplicitano alcuni suggerimenti finalizzati a trovare una efficace sinergia tra la responsabilità degli individui per la propria salute e la responsabilità dello Stato nella tutela della salute, riconosciuta come diritto fondamentale di ogni persona.

stili , vita , tutela , salute , parere , plenaria , bioetica , comitato bioetica , bioethics , comitato nazionale per la bioetica , cnb , comitato , presidenza del consiglio dei ministri , consiglio dei ministri , laura palazzani , palazzani , d'avack , lorenzo d'avack
Torna all'inizio del contenuto